PROPOSTE FORMATIVE PER EDUCATORI/INSEGNANTI

La formazione ci permette di riflettere sul nostro “fare”, di avere del tempo per pensare e rivedere

quanto sappiamo e facciamo, per trovare nuove motivazioni, per migliorarci, per apprendere nuovi

saperi e nuovi strumenti utili ad arricchire il nostro lavoro, per confermarci e  arricchirci.

“Studia prima la scienza e poi seguita la pratica nata da essa scienza … Della pratica senza scienza, sono come i nocchieri che entrano nella nave senza timone o bussola”  Leonardo da Vinci
ASCOLTARE, GUARDARE E COMPRENDERE GLI ALBI ILLUSTRATI

Comprendere e capire ciò che si legge e si guarda è fondamentale per apprendere e per accedere a saperi e conoscenze che determinano il successo dell’individuo. La comprensione è attività cognitiva articolata che ci permette di comprendere messaggi orali e scritti, competenze di base che va acquisita e affinata sin dalla prima infanzia proprio attraverso la lettura. Il lettore/ascoltatore deve contare  su e ricorrere a numerose abilità cognitive complesse legate alla sfera linguistica, mnemonica, decifrativa, metacognitiva e alla capacità di attribuire significati. Promuovere, dunque, la comprensione e la sua promozione è utile e necessario attraverso strategie mirate. Programma:

Non so ancora leggere: la comprensione del testo e delle immagini nella prima infanzia.

Gli script, i temi, i processi inferenziali, le conoscenze enciclopediche, il ruolo della memoria.

La grammatica delle storie.

Bambini e comprensione: gli albi illustrati sono comprensibili?

Il ruolo delle emozioni nei processi comprensivi

Il ruolo delle illustrazioni nella comprensione delle storie.

Macrostrategie e microstrategie per facilitare la comprensione.

Obiettivi: conoscere i meccanismi della comprensione e saper individuare criticità e passaggi diffcili negli albi illustrati destinati alla fascia 4/6 anni; maturare conoscenze in merito alle strategie utili a favorire la comprensione durante la lettura in sezione.

Le serate formative prevedono lezioni frontali ed esercitazioni laboratoriali su albi illustrati attualmente in commercio sui quali interrogarsi e problematizzare la comprensione, riflettere in modo critico, sviluppare consapevolezza ed affinare strumenti sulle attività di lettura che proponiamo in sezione.

IL CORSO SI TERRA’ IN LIBRERIA LUNEDì 22 E 29 OTTOBRE E LUNEDì 5 E 12 NOVEMBRE  DALLE 20,00 ALLE 23,00 – EURO 90,00 

 

SUONI  E MUSICA NELLA PRIMA INFANZIA

“Fare musica” nella prima infanzia significa cantare, suonare e danzare con i bambini; significa mettere a disposizione strumenti musicali, costruire oggetti sonori, selezionare musiche, allestire spazi, ove i piccoli possono percuotere, sfregare, scuotere, ascoltare… per poi scoprire che con la musica si può giocare a “far finta” per evocare situazioni ed ambienti anche lontani. “Fare musica” con i bambini esige però che adulto e bambino si “sporchino” di suoni, rumori, ritmi, melodie e coltivino assieme un’idea di musica che comprenda qualunque tipo di attività, con qualunque tipo di suono. La musica nella prima infanzia, infatti, è “tante cose”, è fare concretamente con corpo, voce, strumenti musicali, oggetti e ambiente, per far crescere piacere e interesse per l’esperienza musicale e per incrementare i giochi sonori spontanei ed esplorativi dei bimbi. 

Contenuto

– Alle origini del “far musica”.

– Cos’è la musica? Competenze, saperi, idee, abilità e conoscenze intorno e sulla musica.

– Giocar cantando: produzione vocale, repertorio infantile e modalità d’esecuzione.

– La danza dei pulcini: ascolto e interpretazione corporea.

– Gli strumenti musicali e gli oggetti sonori: quali e perché.

– Storie musicali

– L’incontro con la musica: come strutturare il laboratorio musicale.

– Costruzione di un libro sonoro.

Obiettivi

– conseguire consapevolezza e competenza in merito al “fare musica” con i bambini. 

– acquisire conoscenze sul repertorio sonoro-musicale da proporre in sezione

– strutturare il laboratorio musicale

– condividere attività sonoro-musicali da svolgere con i bambini

Metodologia 

Le riflessioni teoriche saranno arricchite da momenti laboratoriali, in piccoli gruppi, per sperimentare alcune “proposte sonoro-musicali” che le educatrici dovranno elaborare e sviluppare, nel rispetto di tempi e modi di “fare musica” del bambino. 

IL CORSO SI TERRA’ A BESANA BRIANZA PRESSO LA SERRA DI VILLA FILIPPINI IL 19 GENNAIO 2019 IN COLLABORAZIONE CON PERCORSI FORMATIVI 06

ASCOLTARE, GUARDARE E LEGGERE NEL PRIMO ANNO DI VITA.

Scegliere libri per neonati è un compito arduo e difficile: quali dovrebbero essere le caratteristiche di questi piccoli cartonati che mettiamo nelle mani dei bebè e che sottoponiamo alla loro visione? L’editoria attuale propone libri per lo più colorati e con inserti tattili ma siamo sicuri che basta per favorire un proficuo incontro tra libro e neonato?

La giornata formativa vi propone di partire dal neonato e di conoscere le sue capacità visive in maturazione, la sua voracità nell’ascoltare e la necessità di conoscere e nominare il mondo, per avviare la costruzione di una enciclopedia personale di immagini e parole. Cercheremo di tracciare le caratteristiche base dei libri cartonati per bebè, ricorrendo agli studi sulla percezione, alla visione di video e all’analisi di quanto troviamo sugli scaffali delle librerie per bambini.

1 – Leggere a chi, leggere come, leggere cosa.  Investire nel primo anno di vita.

2 – Ascoltare per leggere. Le letture della pancia.  La musicalità delle parole tra le braccia.

3 – Guardare per leggere: la percezione visiva nel primo anno di vita. Colori, contrasti, messa a fuoco, contorni, gli stimoli in bianco e nero, le silhouette. Le proposte editoriali.

4 – Il volto umano e la preferenza visiva del neonato. Meccanismi innati ed adattivi. Leggere le facce.

5 – Percepire, riconoscere e ricordare gli oggetti: le categorie, il riconoscimento e il ricordo.

6 – I libri fotografici per conoscere e nominare il mondo.

7 – Leggere le immagini per imparare a leggere: le competenze percettivo-figurali.

QUESTO CORSO E’ DISPONIBILE A QUANTI LO RICHIEDONO E VERRA’ PROPOSTO IN LIBRERIA NEL 2019